You belong. Storie d’identità. Paratissima. 2023

Gen 28, 2024 | Mostre, Mostre & Eventi

You belong. Storie d’identità

Mostra collettiva all’interno della fiera

 Paratissima Eye Contact – Match with art / Edizione XIX

Sezione a cura di Irene Fontana

Dal catalogo della mostra: “In una società dove avere sembra più importante di essere, ogni individuo opera una costante e ininterrotta costruzione di sé che non dipende certo dalla quantità di beni posseduti quanto più dal senso di appartenenza rispetto a qualcosa o qualcuno. In Sicilia esiste un’espressione volta a chiarire le origini familiari di una persona: a cu’ apparteni? che significa “di chi sei, da dove vieni?” ma anche “chi sei?”. Appartenenza non è quindi possesso, ma identificarsi e riconoscersi come parte di una realtà, è avere un porto sicuro dove tornare, una certezza in un mondo dinamico e fluido in cui è normale, a volte, sentirsi smarriti. You belong. Storie d’identità è il resoconto per immagini del legame umano ed emotivo con un luogo, un affetto, una comunità, che porta alla definizione o alla ricerca di un’identità sociale e culturale che ognuno sperimenta nel corso della propria esistenza perché, anche quando la via non è ben delineata, esiste una certezza vivida e terrena: da dove veniamo, a cosa apparteniamo o a chi.”

Le opere di Magaly Arocha Rivas selezionate per You belong. Storie d’identità ed esposte dal 31 ottobre al 5 novembre nelle sale della Cavallerizza Reale sono Picara Yanomami, Guardiana della foresta II e Scugnizzo della foresta II, tutte e tre facenti parte della serie Esodo. Le tele, prive di telaio, sono state allestite alla stregua di panni stesi al vento, a simboleggiare la libertà mancata dei soggetti raffigurati e, insieme, la bellezza e la delicatezza delle azioni quotidiani più comuni. In Esodo, Arocha Rivas traspone in pittura le storie di bambini e bambine appartenenti a diverse tribù indigene d’Amazzonia che, a causa dell’inquinamento delle acque fluviali e del degrado forestale, oggi soffrono di un alto tasso di malnutrizione. I bambini indigeni, in questo caso Yanomami, rappresentano per l’artista il legame con la propria terra, il Venezuela: appartenere a questo Paese è per lei motivo di orgoglio rispetto al rapporto ammirevole che questi popoli hanno con la natura e con la terra, ma anche doloroso, in riferimento alla crisi ambientale e umana che sta affliggendo oggi questo vasto e delicato territorio.

Le opere di Magaly Arocha Rivas selezionate per You belong. Storie d’identità ed esposte dal 31 ottobre al 5 novembre nelle sale della Cavallerizza Reale sono Picara Yanomami, Guardiana della foresta II e Scugnizzo della foresta II, tutte e tre facenti parte della serie Esodo. Le tele, prive di telaio, sono state allestite alla stregua di panni stesi al vento, a simboleggiare la libertà mancata dei soggetti raffigurati e, insieme, la bellezza e la delicatezza delle azioni quotidiani più comuni. In Esodo, Arocha Rivas traspone in pittura le storie di bambini e bambine appartenenti a diverse tribù indigene d’Amazzonia che, a causa dell’inquinamento delle acque fluviali e del degrado forestale, oggi soffrono di un alto tasso di malnutrizione. I bambini indigeni, in questo caso Yanomami, rappresentano per l’artista il legame con la propria terra, il Venezuela: appartenere a questo Paese è per lei motivo di orgoglio rispetto al rapporto ammirevole che questi popoli hanno con la natura e con la terra, ma anche doloroso, in riferimento alla crisi ambientale e umana che sta affliggendo oggi questo vasto e delicato territorio.

 

Irene Fontana

Scopri di più sul sito di Paratissima: https://www.paratissima.it/paratissima-2023-you-belong-storie-didentita/

Se vuoi condividere la tua opinione in merito, sarò felice di leggerla!